Category Archives: Windows

Undelete Navigator

Undelete Navigator, recuperare i file cancellati in maniera semplice e veloce: Quando file e cartelle vengono e… http://t.co/puuGBKpc

Windows 7: God Mode

Create una cartella in qualsiasi punto del disco e rinominatela in (senza virgolette): “GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}”.

Aprendola avrete accesso a tutte le impostazioni più importanti di windows 7.

Fonte: downloadblog.it

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Autoruns for Windows

Ecco un utility per conoscere tutto – ma proprio tutto – quello che viene avviato in automatico sul vostro windows

Autoruns

Fonte: technet

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Tim Huawei E1692 su Vista SP2

Ho installato una chiavetta internet huawei e1692 della tim su vista sp2. Il software viene installato correttamente ed apparentemente non c’è nessun errore. Tuttavia quando provi a connetterti con il software installato, non riesce a connettersi.

Soluzione:

nel menu Strumenti-Opzioni-Rete-Tipo di connessione occorre selezionare RAS e non NDIS come di default e tutto si risolve 🙂

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

PrtScr: Catturare le schermate del pc in modo semplice

Ottimo tool per la cattura di schermate sul pc.

Via: Downloadblog.it

Home Page: http://www.fiastarta.com/PrtScr/

Fletto i muscoli e salto nel vuoto.

DiskDigger

Ecco una di quelle piccole utility che userai mai, ma nel momento in cui ti serve veramente non c’è l’hai.

DiskDigger, una piccola utility che cerca di recuperare il “recuperabile” da supporti esterni (chiavette usb, memory card, etc.) erroneamente cancellato.

News: Punto Informatico

Sito ufficiale: DiskDigger

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

CompanionJS

In mancanza di firebug per IExplorer ho trovato questo buon tool

CompanionJS

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Oracle 10g Windows su Tunnel SSH

Per quanto riguarda Oracle su Windows vi è un problema legato al porting di Oracle su Windows che ha trasformato l’archiettettura da multi processi a mono processo e multi thread.

Nell’architettura originaria, multi processi, con processi dedicati, quando un client chiede una connessione al database inoltra una richiesta via TCP/IP (normalmente) al Listener (solitamente, per default, in ascolto sulla porta 1521) il listener gestisce tale richiesta chiedendo al server la creazione di un processo (spawn, a basso livello si tratta di una chiamata di sistema in Unix chiamata fork), a tale processo viene passato l’identificatore del socket creato tra il client ed il listener, a questo punto il listener ha concluso il suo compito ed il client è connesso il database server.

Su Windows, con l’architettutura multithread la sequenza sopra descritta non è possibile in quanto pare non sia possibile creare un nuovo thread e passargli il descrittore del socket. Quindi Oracle usa il cosiddetto meccanismo di REDIRECT, cioè quando un client richiede una connessione al database al listener, questi chiede al server la creazione di un nuovo thread, questo si mette in ascolto su una porta TCP/IP libera a caso, a questo punto il listener manda al client un messaggio con l’indicazione di connettersi alla porta su cui sta in ascolto il nuovo thread creato. Questo meccanismo è ben spiegato nella nota Metalink numero 66382.1 intitolata “Firewalls, Windows NT and Redirections“. Nella stessa nota spiega che il range di porte su cui si mette in ascolto il nuovo thread non è definito, ciò rende impossibile configurare un firewall. Quindi nella stessa nota spiega come risolvere il problema usando la chiave di registro “USE_SHARED_SOCKET”. Questa configurazione è spiegata più in dettagli nella nota metalink numero 124140.1 intitolata “How to configure USE_SHARED_SOCKET on Windows NT/2000“.In pratica nella configurazione di default non è possibile creare un tunnel ssh perché viene fatto un redirect della chiamata.

Per attivare l’opzione USE_SHARED_SOCKET, dovrete aggiungere la chiave di registro “USE_SHARED_SOCKET” con valore TRUE su <LOCAL MACHINE><ORACLE><ORACLE HOME>.

Fonte: cristian cudizio

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Tunnel SSH su Windows con OpenSSH

Ecco un ottima guida per installare OpenSSH e realizzare Tunnel SSH su windows:

WinInizio Tutorial Tunnel SSH per VNC

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Change user password

Con Windows XP è possibile modificare la password di “qualunque” utente da prompt dei comandi (anche quella di administrator). Grazie al comando

net user administrator *

è possibile cambiare la password dell’utente administrator.

Fonti:

Change user password by Petri

Manage NT account with NET USE by WindowsNetworking

Fletto i muscoli e sono nel vuoto.